fbpx

Black Phone: il film è ispirato a una storia vera?

Scopri se Black Phone è ispirato a una vera storia di un film!

Black Phone uscirà nei cinema il 22 giugno 2022. Se vuoi sapere se Black Phone è ispirato a una storia vera, continuare a leggere! L’adattamento di Joe Hill di Telefono nero deve superare alcuni problemi importanti con la storia originale affinché il film dell’orrore abbia successo. Per conoscere la spiegazione della fine, leggi questo.

Dare vita a un racconto sotto forma di film non è mai facile. Anche gli adattamenti di successo, come l’oscuro romanzo vampirico di Netflix First Kill, spesso devono espandere in modo significativo la trama della storia per creare una trama sufficiente per un film o un programma TV.

Tuttavia, il film horror oscuro Telefono nero il regista Scott Derrickson avrà più difficoltà ad adattare la sua storia originale rispetto alla maggior parte degli altri. Ma Black Phone è ispirato a una storia vera? ? Ti diciamo tutto noi!

Black Phone è ispirato a una storia vera?

Per fortuna, Black Phone non è basato su una storia vera. La storia è basata su un racconto scritto nel 2004 da Joe Hill, figlio del leggendario romanziere horror Stephen King. È fantastico, non è vero? Tuttavia, mentre eventi soprannaturali assolutamente impossibili sono abbastanza comuni Telefono nerogli aspetti più concreti della storia sono stati ispirati da esperienze di vita reale dell’infanzia del regista Scott Derrickson.

Derrickson ha spiegato di aver ambientato il film a North Denver, in Colorado, alla fine degli anni ’70, riflettendo il tempo e il luogo della sua stessa educazione. Ha persino ricordato una volta in cui un amico ha raccontato il rapimento e l’omicidio di sua madre.

Leggi  Spiegazione della fine! Hugo, condanna ecc.

In un’intervista, Derrickson ha dato un’idea della sua infanzia e di come si è formata Telefono nero. “È stato anche subito dopo che Ted Bundy è arrivato attraverso il Colorado uccidendo persone. E gli omicidi di Manson erano appena accaduti”, ha detto. “I genitori punivano i bambini in modo molto più aggressivo, quindi era un posto molto violento e spaventoso in cui crescere in molti modi. E ho cercato di portare quell’ambiente in modo realistico nel film”.

Quindi, mentre dettagli come il rapitore e la sorella sensitiva di Finney possono essere fabbricazioni grossolane, il tempo e il luogo in Telefono nero hanno effettivamente una base nella realtà.

Lascia un commento