fbpx

Baz Luhrmann spiega perché ha lasciato il suo film con Mel Gibson

Mentre il suo ultimo film, Elvisè uscito nelle sale di recente, ha confidato Baz Luhrmann nel film Alessandro Magno cosa che non avrebbe mai potuto fare.

Mentre assistiamo al ritorno del Re con Elvis, Baz Luhrmann ha già la testa altrove. Nel podcast Happy Sad Confused, il regista è tornato a uno dei grandi progetti cinematografici che non ha mai avuto modo di realizzare. All’inizio degli anni 2000, l’australiano doveva infatti girare un film epico sulla vita di Alessandro Magno. Un affresco storico destinato ad essere nella vena di Gladiatore di Ridley Scott o il Troia di Wolfgang Peterson. Il regista ha quindi dovuto trovare il suo attore Romeo + GiuliettaLeonardo DiCaprio nel ruolo del protagonista e Mel Gibson nel ruolo del padre di Alexander.

Un film del genere avrebbe avuto il potenziale per trasformare completamente la carriera di Baz Luhrmann, ma sfortunatamente (o fortunatamente, chissà?), le riprese del film non sono mai iniziate. Il problema sarebbe stato per il regista quelloOliver Stone stava allo stesso tempo producendo la sua versione diAlessandrocostringendo il regista a lavorare di fretta.

Perché è NOSTRO-

Il suo produttore, Dino de Laurentiis, e lui desideravamo portare alla luce questo progetto da quasi 10 anni. La Universal Pictures e la 20th Century Fox sono state entrambe coinvolte nel progetto. Finalmente a metà percorso, il regista ha spiegato perché ha deciso di fermare l’ambizioso film nonostante tutto:

[Dino de Laurentiis] ha fatto costruire uno studio per il film in Marocco. Quello che è successo è che il lavoro era a metà, ma onestamente è diventato una di quelle cose in cui… [Oliver Stone] voleva fare la sua versione e io non sono un corridore. Non posso lavorare così. più [ma femme et moi], volevamo avere figli. È arrivato un momento in cui mi sono detto: “Devo tracciare una linea rossa qui”. »

Alexander : Fotografo Colin Farrell, Jared LetoÈ l’ora della morte

Produzione che cade nel limbo a causa di progetti abbandonati, potrebbe essere caduto nelle mani di un altro regista (interessava anche Martin Scorsese), ma alla fine è scomparso del tutto, lasciando l’esclusività del suo soggetto al film di Oliver Stone. Quest’ultimo, uscito nelle sale nel 2004, ha riunito sullo schermo Colin Farrell, Angelina Jolie, Val Kilmer e Jared Leto.

Leggi  "Il delirio è necessario prima di arrivare alla ragione pura"

Alessandro di Oliver Stone non ebbe successo e cadde nell’oblio quasi immediato, lontano dal film che cercava di essere. E anche se, allo stesso tempo, Regno del Paradiso di Ridley Scott impressiona il pubblico, l’ennesimo fallimento al botteghino chiude le porte al fenomeno dei grandi affreschi storici hollywoodiani di inizio secolo. Ci rimane quindi la fantasia di ciò che sarebbe stato Alessandro Magno di Baz Luhrman.

Lascia un commento