fbpx

“Avevo il 2% di possibilità di vivere”: Matthew Perry è quasi morto a 49 anni a causa dei suoi problemi di dipendenza

L’attore di “Friends” ha avuto l’opportunità di aprire il suo libro di memorie intitolato “Friends, Lovers, and the Big Terrible Thing”.

Matthew Perry è conosciuto in tutto il mondo per il suo modo di suonare al carismatico Chandler in gli amicila serie comica degli anni ’90 che è riuscita ad avere successo con i suoi partner Jennifer Aniston, Courteney Cox, Lisa Kudrow, Matt LeBlanc e David Schwimmer.

Ma sappiamo già che non furono proprio gli anni migliori per Perry, dal momento che questo soffriva di alcolismo e abuso di oppiacei durante le riprese di diverse stagioni della sitcom della NBC e questo gli è quasi costato la vita.

L’attore ha rivelato Le personein occasione della pubblicazione delle sue memorie Amici, amanti e la grande cosa terribile, che ha trascorso due mesi in coma e altri cinque in ospedale per riprendersi. Ha anche dovuto indossare una sacca per colostomia per nove mesi all’età di 49 anni, l’età in cui sarebbe potuto morire:

I medici hanno detto alla mia famiglia che avevo il 2% di possibilità di vivere. Mi hanno messo in una cosa chiamata macchina ECMO, che fa tutta la respirazione per i tuoi polmoni e il tuo cuore. E questa si chiama Ave Maria. nessuno sopravvive a questo

I suoi problemi con l’alcol sono iniziati quando è apparso per la prima volta in Friends nei primi anni ’90, quando avevo 24 anni:

Ci sono stati anni in cui era sobrio durante quel periodo. La nona stagione del 2002 è stata l’anno in cui sono stato sobrio per tutto il tempo. E indovina in quale stagione sono stato nominato come miglior attore? Ho pensato: ‘Questo dovrebbe dirmi qualcosa

hbo max

In uno dei suoi momenti peggiori, l’attore, che ha parlato a lungo delle sue lotte per la dipendenza durante il suo periodo in Friends, prendeva 55 Vicodin al giorno e pesava quasi 60 chili:

Non sapevo come fermarmi. Se la polizia venisse a casa mia e mi dicesse: “Se bevi stasera, ti portiamo in prigione”, inizierei a fare le valigie. Non potevo fermarmi perché la malattia e la dipendenza sono progressive. Poi peggiora man mano che invecchi

Ma Perry non vuole che lo dimentichiamo è stato in grado di andare avanti grazie anche al supporto dei suoi co-protagonisti che sono stati molto comprensivi e pazienti con lui: “È come i pinguini. I pinguini, allo stato brado, quando sei malato o quando sei gravemente ferito, gli altri pinguini ti circondano e ti tengono. Gli girano intorno finché il pinguino non può camminare da solo. Il cast lo ha fatto per me”.

Nonostante tutti questi anni di problemi di dipendenza e di essere ricoverato in riabilitazione circa 15 volte, Matthew Perry afferma di essere abbastanza in salute ora, condividendo così la sua esperienza per aiutare altre persone a combattere gli stessi demoni:

Ho dovuto aspettare di essere abbastanza sobrio e lontano dalla malattia dell’alcolismo e della dipendenza per scrivere tutto. E la cosa principale era che sapevo per certo che avrebbe aiutato le persone

Oltre a Friends, Perry ha lavorato ad altre serie televisive come The Good Wife, Mr. Sunshine, Web Therapy, The Odd Couple, The Good Fight e The Kennedys After Camelot.

Se vuoi essere aggiornato e ricevere le anteprime nella tua email, iscriviti alla nostra Newsletter

Leggi  La serie più attesa debutterà a novembre (2022): da "The Crown" a "The Patient" e "The Route"

Lascia un commento