fbpx

Animali fantastici 3 è un incredibile flop al botteghino che mette a rischio la saga

La Warner non ha potuto salvare Animali fantastici: I segreti di Silente dal flop annunciato al botteghino, il franchise è ora in pericolo.

Con il DCEU e l’universo di Harry Potter nella sua borsa, il percorso verso il dollaro sembrava chiaro per Warner dall’avvento della moda dell’universo esteso quasi 15 anni fa. Quindici anni dopo, la situazione è tutt’altro che semplice e, sebbene non vi diamo il topo sulle battute d’arresto del DCEU, La Warner potrebbe aver appena ucciso il suo secondo franchise più redditizio con Animali fantastici: I segreti di Silente.

Nonostante le molteplici operazioni di bonifica (inclusa la partenza di Johnny Depp), questa terza opera di David Yates con Eddie Redmayne, Jude Law e Mads Mikkelsen è un amaro fallimento.

Un fallimento che Fawkes

IL CONTESTO Harry Potter e i suoi animali

Va detto cheanche prima che venisse girata una singola immagine del film, il progetto stava andando molto, molto lontano. In primo luogo, perché la più grande star del franchise è stata impantanata in un caso di abuso domestico, e mentre il caso era tutt’altro che nuovo all’inizio delle riprese, ha preso un’altra brutta piega per Johnny Depp. durante la fase di pre-produzione. Nel 2018, l’attore ha citato in giudizio per diffamazione Il Soleun tabloid inglese che lo ha definito un “battitore di moglie”, uno che picchia la moglie.

La corte emette il verdetto nel 2020 e lo trova le qualificazioni di Sole erano “sostanzialmente vero”, perché “la stragrande maggioranza delle presunte aggressioni è stata provata”. come asciutto, La Warner gli chiede di cercare altrove in cambio di una grossa somma di denaro quando le riprese sono già iniziate. Passeremo rapidamente anche oltre l’impopolarità dell’autrice e sceneggiatrice JK Rowling, l’incarcerazione nel 2021 dell’attore Kevin Guthrie per aggressione sessuale e il caso di Ezra Miller, regolarmente citato in storie di aggressioni, e il cui arresto è avvenuto nei giorni delle Hawaii. prima dell’uscita del film a causa del suo comportamento violento ha ulteriormente danneggiato l’immagine del franchise.

Mads Mikkelsen: fotoHa cambiato molto Johnny Depp

Dall’esterno la franchigia non ha già un portafortuna, ma state tranquilli, dall’interno è peggio. Dopo il successo finanziario e artistico del primo Animali fantastici, il franchise si auto-amministra una piccola doccia fredda con Animali fantastici: I crimini di Grindelwald. Mentre il primo film aveva portato a casa un bel montepremi di 814 milioni di dollari in tutto il mondo per un budget di 180 milioni di dollari, il secondo opus ha raccolto solo 654 milioni per un budget di 200 milioni di dollari, per lo più a livello internazionale. È tiepido.

Ma ancor più preoccupante, oltre a questa lentezza economica, anche la ricezione artistica del film non è buona, e non solo con famosi ed eterni lamentatori della critica bla bla. Anche se i giornalisti non sono stati gentili – tutt’altro -, anche il pubblico non ne esce particolarmente entusiasta, e i vari aggregatori di rating online lo attestano. Troviamo in particolare un B+ su CinemaScore, che può sembrare corretto in termini assoluti, ma in realtà non è proprio terribile per questo tipo di rating, e mostra che il mondo dei maghi è sulla strada sbagliata.

Animali fantastici: I segreti di Silente : Foto Jessica Williams, Callum TurnerNo, è lì che te lo dico

cauto, La Warner stanzia “solo” 200 milioni di dollari per il budget di produzione del terzo film, o la stessa somma della seconda invece di un aumento classico. La fiducia chiaramente non regna e le cose non stanno migliorando poiché le riprese vengono interrotte a causa di un caso di Covid nel febbraio 2021… e non ne annunciano mai la ripresa.

Il compositore James Newton Howard lancia persino le informazioni in modo completamente casuale tre settimane dopo Scadenza : La ripresa è terminata. Una comunicazione per i meno curiosi. Anche se questo finale arriva quattro mesi dopo l’inizio delle riprese, che sembra un tempo di produzione perfettamente normale, resta solo una possibile deduzione: le riprese si sono fermate prematuramente, che non è ancora un buon segno (come evidenziato dalla stagione 2 di I suoi materiali oscuri).

Animali fantastici: I segreti di Silente: Foto Jude Law, Richard CoyleNon mi interessa, il mio patronus non è un cigno

L’uscita di Animali fantastici 3

Con così tante palle di cannone sotto i piedi, non c’è da stupirsi Animali fantastici: I segreti di Silente si blocca all’apertura, ma con appena 45 milioni di dollari incassati nel fine settimana della sua uscita in casa, con il lunedì di Pasqua libero e senza concorrenza diretta o seria, il crollo sta diventando impressionante.

È appena meglio dei 39 milioni Morbio La settimana prima. Anche se The Wizarding World è in testa al botteghino statunitense per l’intero fine settimana, non c’è davvero nulla di cui vantarsi. Oltretutto, sonoro 2 gli dà un piccolo schiaffo umiliante rubando il primo posto nel giorno di lunedì festivo quando è partito una settimana prima.

A livello internazionale le cifre sono migliori, senza essere favolose, visto che il film incassa in due settimane 150 milioni di dollari. Non sorprende che sia particolarmente in Europa che Animali fantastici: I segreti di Silente riesce a recuperare un po’, soprattutto in Francia, Germania e Regno Unito, ovviamente. Più sorprendentemente, Messico, Brasile e soprattutto il Giappone ci sono anche. Quest’ultimo territorio sarà anche quello con il miglior punteggio in arrivo: 34 milioni di dollari. Nel frattempo, la Cina guadagna ancora 27 milioni di dollari, ma è una goccia nel mare rispetto al suo potenziale.

Leggi  Rebelde Stagione 2: Spiegazione della fine! Arresto ecc.

Animali fantastici: I segreti di Silente: Foto Oliver Masucci, Valerie PachnerLe notizie della Gringott sono cattive

Alla fine, l’internazionale salva Animali fantastici: I segreti di Silente naufragio su larga scala – diciamo di essere passati dal Titanic alla Medusa. Risultato finale : 396 milioni di dollari raccolti in tutto e per tutti, per un costo di produzione di 200 milioni di dollari – che non include le spese di marketing… -, di cui il 76% proviene dall’estero. Ecco la fonte del disastro, una cifra per riassumere l’entità del fallimento: il Nord America ha incassato solo 95 milioni di dollarinemmeno il doppio del punteggio all’avvio.

Quindi, non siamo certo nell’oblio in cui è stato gettato Morbioma non preoccuparti di riportarlo indietro sonoro 2, rilasciato contemporaneamente. I punteggi sono più o meno simili, ma i costi sostenuti non hanno nulla a che vedere con il riccio azzurro: 385 milioni di dollari (di cui il 48% sul mercato americano, il più redditizio per gli studios) per soli 110 milioni di dollari di budget di produzione. Quanto a Il Batmanla precedente release della Warner, si libra ovviamente ben al di sopra con i suoi 770 milioni di dollari. Insomma, siamo in fondo alla classifica.

Animali fantastici: I segreti di Silente: fotoCome un’aria di riconoscimento del fallimento

LE CONSEGUENZE di Animali fantastici Bide

Nell’universo di Harry Potter e nel mondo dei maghi, Animali fantastici: I segreti di Silente è il peggiore di tutti. Peggior inizio, peggior botteghino, peggior rendimento, in breve, l’ultimo brutto anatroccolo. È solo sull’accoglienza del film che questo opus sembra non finire completamente ultimo all’interno del franchise, dal momento che raccoglie ancora un B + su CinemaScore dal pubblico come il suo predecessore e riceve il 47% di recensioni positive su Rotten Tomatoes. È brutto, ma miracolosamente non così male come il 36%. Animali fantastici: I crimini di Grindelwald (in matematica di base, questo è chiamato effetto Mikkelsen).

Non ci mentiremo l’un l’altro, un simile fallimento all’interno di un marchio già in pessime condizioni, sia dal punto di vista della sua reputazione qualitativa che della sua immagine, segna probabilmente una condanna a morte. Soprattutto da quando la Warner ha cambiato proprietà tra il momento in cui il mondo magico è stato rilanciato nel 2016 e oggi, ed è difficile vedere la nuova entità madre gravarsi su un organo che fa poco o niente, soldi, ma molti scandali.

Per darvi un’idea del profilo, il nuovo CEO David Zaslav ha fatto i capricci quando ha saputo che la Warner aveva prodotto l’ultimo Clint Eastwood perché il regista non è stato redditizio per almeno due film, e parliamo di 30 milioni di dollari , non 200.

Animali fantastici: I segreti di Silente: foto di Victoria YeatesNon lotteremo comunque per trenta milioni?

Non c’è quindi alcuna possibilità che questo innegabile amante del cinema e della cultura faccia implacabilità terapeutica su un corpo che sanguina da tutte le parti, e che peraltro è frutto di un contratto firmato dal precedente management di Warner, il cui impegno si sarebbe altrimenti limitato a realizzare almeno una trilogia. Ecco fatto, è fatto, e l’editore di queste righe accetta di scommettere che i due film aggiuntivi voluti da JK Rowling verranno disconnessi o usciranno sul cestino del progetto cinematografico della Warner: HBO Max.

Se spingiamo ulteriormente le deduzioni ed entriamo nella zona prettamente speculativa, alcuni elementi tendono a far pensare che la nuova gestione dello studio si sia addirittura sbarazzata un po’ del progetto: il budget stagnante, il mancato recupero delle riprese a febbraio 2021 , il montaggio e i suoi allestimenti sciatti… Solo il tempo lo dirà (forse), ma almeno, sembra che la voglia non ci sia più, come un certo X-Men: Fenice Oscura Non è una transizione graduale dalla Fox alla Disney, si tratta più di onorare un contratto che di qualsiasi altra cosa. In qualche modo, la missione della Warner è stata compiuta: l’obbligo è stato portato a termine senza troppi danni per lo studio.

Animali fantastici: I segreti di Silente : Foto Eddie Redmayne, Callum TurnerDai, ora vado a casa

Se allarghiamo ulteriormente la prospettiva, nel grande schema delle cose, è soprattutto JK Rowling che si ritrova in un pasticcio infernale. Dopotutto, il cast continuerà la sua vita, la maggior parte degli attori che lo compongono ha già avuto una carriera fuori dal Animali fantastici. Il regista David Yates rimane un produttore riconosciuto, che ci piaccia o no il suo stile, continuerà sicuramente a dirigere. La Warner chiaramente non morirà per questo, e anche il mondo dei maghi vivrà attraverso altri mezzi, incluso Eredità di Hogwarts: Eredità di Hogwartsche speriamo delizieranno i fan.

Ma per la scrittrice, tra i suoi commenti transfobici che l’hanno mandata nell’armadio di Twitter e la probabile perdita e la fine della serie di film che ha supervisionato personalmente, l’orizzonte sembra ben bloccato. Fortunatamente per lei, è soprattutto una scrittrice. E per scrivere basta poco, non servono nemmeno collaboratori o uno studio: solo carta, inchiostro e una stanza con vista. Forza, a presto per il volume 8 di Harry Potter.

Lascia un commento