fbpx

Amazon si difende: “The Lord of the Rings: The Rings of Power” va oltre la realizzazione di una serie di successo commerciale

Mezzo mondo sta contando i giorni per la premiere dell’attesissima fiction il 2 settembre su Prime Video ma, allo stesso tempo, lo scetticismo è assoluto.

Il conto alla rovescia è iniziato. Mancano 10 giorni alla premiere di quella che è senza dubbio una delle serie più attese dell’anno e l’attesa è totale e assoluta. I primi due episodi di Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere Vedranno la luce all’alba dal 1 al 2 settembree dentro Primo video e promettono di essere oggetto di grande controllo. Amazon Studios ha messo tutta la carne alla griglia, il team guidato dagli ‘showrunner’ John D. Payne e Patrick McKay lavora al progetto da anni e la fiction ha avuto un budget spettacolare, ma, allo stesso tempo, le aspettative sono alle stelle e c’è scetticismo tra alcuni fan che adorano il lavoro di Tolkien sopra ogni altra cosa.

Il Signore degli Anelli: Gli Anelli of Power è ambientato nell’universo creato da JRR Tolkien ma, a differenza delle trilogie de Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit, non è un adattamento di nessuna delle opere dell’autore fantasy. R) Sì, il team della serie ha sviluppato la sua storia sulla base delle 150 pagine di appendici di Il Signore degli Anelli scritto da Tolkien, così come le varie annotazioni e vari elementi delle famose opere.

Questo fatto, accompagnato dall’assenza degli attori che hanno recitato nelle trilogie, nonché di Peter Jackson, che non è stato coinvolto nemmeno nel progetto, hanno dato origine alla dubbi tra alcuni fan, preoccupati che l’intenzione della società sia quella di incassare il lavoro fantasy che ha segnato le loro vite. Una paura per la quale il CEO di Amazon, Jeff Bezos, ha avuto risposta in una serie di email scambiate con il magazine VOLTA. In uno di essi, difende la serie da chi sostiene che l’interesse sia principalmente economico:

La Terra di Mezzo è un universo amato e raccontare la storia della forgiatura degli Anelli del Potere è sia un privilegio che una responsabilità. Spero che rendiamo giustizia al lavoro di Tolkien. Va oltre la realizzazione di una serie di successo commerciale. Tutti coloro che lavorano alla serie leggono queste storie da bambini e il nostro cuore è rivolto a loro.

‘Il Signore degli Anelli’ ha un nuovo proprietario e ‘Gli anelli del potere’ non basta: potrebbero esserci film di Gandalf, Aragorn, Gollum e altri

Leggi  Nessuno: meglio chiamare la recensione di Wick

Il blockbuster di Amazon Studios sta per presentare in anteprima la sua prima stagione, ma una seconda è già in corso e il piano iniziale del team è quello di raccontare la storia in circa cinque puntate. Con un budget multimilionario, se la serie riuscirà a portare a termine il suo piano, diventerà il progetto televisivo più costoso mai realizzato. Un investimento che si nota in termini di qualità e diffusione degli effetti speciali, i trailer usciti fino ad oggi sono un vero spettacolo. Se la storia è allo stesso livello, forse siamo di fronte al nuovo grande fenomeno seriéphile di questo decennio.

Lo scopriremo a breve.

Lascia un commento