fbpx

alieni, fantasmi e umorismo assurdo, perché il manga è amore a prima vista

È il 5 ottobre che i primi 2 volumi di Dandadan, manga molto notato di Yukinobu Tatsu. E il futuro fenomeno delle librerie in Francia?

DANDADAN © 2021 di Yukinobu Tatsu/SHUEISHA Inc.

ANGELI E DEMONI

Ricordiamo che Crunchyroll aveva colpito duramente alcuni mesi fa con l’impressionante rilascio di Kaiju n. 8creazione rimossa e oggetto di una promozione mostruosa in Francia. L’editore intende ribadire l’entusiasmo e la frenesia dei media intorno a una pubblicazione che ci arriva coronata da una brillante reputazione, e che si rivela non solo brillante, ma deliziosamente inclassificabile.

Con il suo antieroe introverso, il suo panorama studentesco e le sue minacce occulte, Dandadan potrebbe tranquillamente passare per l’ennesimo shonen, ma dalle sue prime tavole è un’energia completamente diversa che si impadronisce della storia e contamina il lettore. Innanzitutto perché il suo baricentro non sarà mai del tutto il giovane Okarun, così come la sua timidezza non si imporrà come modalità essenziale dei suoi conflitti interiori o delle sue problematiche relazionali. L’ancora emotiva di Dandadan è formata dal duetto che forma con lo spettacolare Momo.

Il primo è appassionato di occulto ma crede a malapena nei fantasmi, il secondo proviene da una prestigiosa stirpe di medium e non crede negli extraterrestri. Il loro incontro genererà una complicità immediata e soprattutto la consapevolezza che le convinzioni dell’uno e dell’altro non erano errate. Un successivo confronto con uno yokai poi un branco di alieni baffuti e clonatorii nostri due eroi si ritroveranno dotati di potere, un fascino irresistibile e un paio di poteri soprannaturali.

Dandadan: fotoLa nonna non sa fare un buon caffè / DANDADAN © 2021 di Yukinobu Tatsu/SHUEISHA Inc.

I MIEI ALIENI LA ​​MIA BATTAGLIA

È tutto il talento del mangaka Yukinobu Tatsu a sventare le aspettative di questo classico primo atto sulla carta, ma ogni scatola del quale arriva a qualificare e trasformare gli stereotipi. Di il disegno in primis, che tradisce simpaticamente che l’autore esordisce da autodidatta Gundam. Ne ha tratto un’arte del tempo e della messa in scena, ma anche della prospettiva e della composizione che fa molto per immergerci nel suo singolare universo.

Apparentemente classico, il disegno sa alternare pose di ispirazione classica, ideali per accostarci a protagonisti che una scatola ben piazzata basterà a sfumare qualche pagina dopo. La linea è flessibile, riluttante né davanti all’abbondanza di dettagli, né davanti alle interruzioni del tuo fumetto linea retta, semplice, diretta. In perfetta sintonia con il suo appetito per l’amore assurdo e le vivaci lotte verbali, Tatsu orchestra confronti che si divertono a moltiplicare punti di vista e prospettive, curandone il tempo.

Leggi  Il direttore creativo della DC (ri)conferma che SnyderVerse è morto e sepolto

E l’edizione di manga ricca di folli bestiari, tradizionali o meno, può essere pletorica nell’arcipelago come in Francia, i primi due volumi di Dandadan imporre facilmente una direzione artistica che lascia il lettore con gli occhi spalancati più di una volta.

Dandadan: fotoDANDADAN © 2021 di Yukinobu Tatsu/SHUEISHA Inc.

L’AMORE È TUTTO QUELLO CHE LEGGI

Il risultato è l’impressione mozzafiato di navigare in acque conosciute, che costantemente sorprendere con onde impreviste e capovolgimenti maliziosi. Questo è particolarmente vero quando ci avviciniamo alla natura del rapporto tra i nostri due eroi, sia più diretto che più umano di quello che spesso offre la concorrenza.

Dai primi due volumi pubblicati il ​​5 ottobre, è evidente l’alchimia che unisce il duo, che la storia non cerca mai di respingere, di diluire, non più di quanto non interpreti la commedia di una storia d’amore impossibile. Momo e Okarun sono ovviamente destinati ad amarsie ciò che emerge con forza e chiarezza è che Dandadan dovrebbe trarre la sua forza dall’evidenza di questa relazione a lungo termine, almeno quanto dalle sue contese soprannaturali.

Dandadan: fotoI Mariachi meno cool del mondo / DANDADAN © 2021 di Yukinobu Tatsu/SHUEISHA Inc.

L’amore cristallino che sembra definire fin dall’inizio il loro legame è proprio ciò che autorizza l’autore a dare libero sfogo non solo alla sensibilità dei suoi protagonisti, ma anche ai loro personaggi volutamente arrabbiati, e al loro gusto volutamente spietato per la valvola. Questa è l’ennesima qualità diun’introduzione alle scoperte più promettenti degli ultimi mesi.

Questo è un articolo pubblicato nell’ambito di una partnership. Ma cos’è una partnership per il grande schermo?

Lascia un commento