fbpx

4 con prove esplosive da guardare su piattaforme di streaming

Mercoledì scorso il verdetto del caso mediatico affrontato Johnny Depp con Amber Hearduno scambio esplosivo di accuse che ha portato alla vittoria del protagonista della saga pirati dei Caraibi.

Per gli appassionati di storie giudiziarie al cinema, questo weekend lo consigliamo quattro film del genere che ti terranno incollato allo schermo senza poter battere le palpebre per non perdere nessun dettaglio. Puoi vederli su Netflix, Movistar Plus +, Filmin, Amazon Prime Video e HBO Max.

Se preferisci visitare il cinema, qui puoi trovare le migliori uscite in cartellone. Se invece opti per il divano di casa tua, qui ti lasciamo i consigli della serie da maratona.

“Storia di un matrimonio” (Netflix)

Cornice di ‘Storia di un matrimonio’.

di cosa si tratta

Charlie, un regista teatrale di New York, e la moglie attrice, Nicole, lottano per superare un processo di divorzio che li porta agli estremi sia dal punto di vista personale che creativo.

perché dovresti vederlo

Noah Baumbach è stato ispirato dallo scioglimento del suo matrimonio con l’attrice Jennifer Jason Leigh per creare un dramma familiare indimenticabile che porta alla luce tutti gli imbarazzi dell’industria del divorzio negli Stati Uniti, un processo selvaggio destinato a tirare fuori il peggio degli esseri umani. e distruggere ogni traccia d’amore che può rimanere tra i membri di una coppia che vogliono separare le loro strade senza traumatizzare, se possibile, il loro figlio.

Adam Driver e Scarlett Johannson non sono mai stati meglio che in questa radiografia della fine di un amore in cui c’è spazio sia per i momenti più belli che per quelli più traumatici. Concentrandosi sull’aspetto giudiziario del Kramer contro Kramer di questa generazione, non possiamo fare a meno di parlare della performance vincitrice dell’Oscar di Laura Dern nei panni dell’avvocato spietato di una donna che non si è mai sentita apprezzata e di una delle ultime grandi apparizioni sul grande schermo del recentemente scomparso Ray Liotta.

‘Alcuni bravi uomini’ (Movistar +)

Tom Cruise in

Tom Cruise in “Alcuni bravi uomini”.

di cosa si tratta

Il tenente Daniel Kaffee è un giovane e promettente avvocato della Marina che gode di un’ottima reputazione. I suoi superiori gli affidano la difesa di due marines accusati di omicidio. A prima vista, il caso non sembra complicato. Ma quando dovrà fare i conti con il colonnello Nathan R. Jessup, comandante in capo della base di Guantánamo, verranno alla luce nuovi indizi che faranno assumere al caso dimensioni inaspettate.

perché dovresti vederlo

Aaron Sorkin ha molta esperienza nel genere giudiziario grazie alla sua sceneggiatura vincitrice di un Oscar per Il social networkl’adattamento cinematografico della scioccante storia dietro il Il prova del Chicago 7 (il suo secondo film da regista) o la sua celebre nuova versione del classico Uccidi un Mockingbird per il palcoscenico di Broadway. La prima sceneggiatura prodotta dal leggendario sceneggiatore era un adattamento della commedia elettrica che lui stesso aveva scritto anni prima di lasciarsi sedurre dai canti delle sirene di Hollywood.

chi ha visto alcuni bravi uomini Non potrete mai dimenticare il duello dei titani tra Tom Cruise e Jack Nicholson, due star di una Hollywood sull’orlo dell’estinzione che qui spremono fino all’ultimo respiro di un crocevia dialettico che ha lasciato frasi per la storia del cinema come ” Hai ordinato il codice rosso? ?” o “Non puoi accettare la verità!” Il film di Rob Reiner, uscito ormai trent’anni fa, è uno degli apici del genere e un classico senza tempo.

‘B’ (Riprese, HBO Max e Prime Video)

Pedro Casablanc è Bárcenas in 'B'.

Pedro Casablanc è Bárcenas in ‘B’.

di cosa si tratta

Il 15 luglio 2013, l’ex tesoriere del Partito Popolare, Luis Bárcenas, viene trasferito dal carcere per testimoniare presso l’Alta Corte Nazionale. Fino ad oggi aveva negato qualsiasi rapporto con le cosiddette “carte di Bárcenas”, ma dopo 18 giorni di carcere ha deciso di modificare la sua dichiarazione.

Leggi  James Cameron annuncia che il film sarà lunghissimo (ed è già stufo della critica)

perché dovresti vederlo

A differenza di quanto accade dall’altra parte dell’Atlantico, in Spagna non c’è mai stata una tradizione di fare film giudiziari. Inoltre, non è comune vedere film basati su eventi reali a causa di una legislazione molto più severa che rende difficile per registi e sceneggiatori trarre ispirazione da persone o scandali che esistono nella realtà senza timore di ricevere azioni legali che possono persino paralizzare la prima dei loro film Progetti. David Illundian ha superato entrambe le barriere in modo esemplare B.uno dei film più atipici del cinema spagnolo recente.

Il regista ha tirato fuori il riassunto per ritrarre, senza complicazioni ma senza voltarsi dall’altra parte, ciò che è accaduto nel tribunale in cui Luis Bárcenas ha parlato per la prima volta in tribunale. Uno straordinario Pedro Casablanc scompare per trasformarsi direttamente in un personaggio politico caduto in disgrazia che ancora fa scalpore anni dopo la sua prigionia. Il suo compagno di lutto dialettico, Manolo Solo, non è da meno con una di quelle performance che lo hanno reso uno dei grandi eredi della tradizione dei personaggi secondari di lusso del cinema spagnolo. Una rarità del nostro cinema che non merita di essere dimenticata.

‘Tempo di uccidere’ (prime video)

“A time to kill” è un adattamento di John Grisham.

di cosa si tratta

In una tranquilla cittadina del Mississippi, due giovani ubriachi violentano selvaggiamente una ragazza di colore di dieci anni. La maggioranza bianca della città è inorridita da un crimine così atroce. Carl Lee, il padre della ragazza, decide di farsi giustizia da solo e uccide gli stupratori di sua figlia. Mentre la tensione cresce e le croci in fiamme del Ku Klux Klan riappaiono per le strade, Jake Brigance, un giovane avvocato bianco, farà tutto il possibile per salvare la vita di Carl Lee e la sua.

perché dovresti vederlo

Nessuno ha portato tanta gioia ai fan di questo genere come John Grisham, uno scrittore che ha approfittato della sua precedente esperienza nel mondo del diritto per incatenare un best-seller dopo l’altro finché l’industria cinematografica non ha bussato alla sua porta. Tra il 1993 e il 2003, fino a otto dei suoi libri con protagonisti processi e/o avvocati sono stati adattati: The Cover, The Pelican Report, The Client, Time to Kill, Sealed Chamber, Autodifesa, Conflitto di interessi Y Il giudice.

Vedere qualcuno di loro (o correre una maratona, direttamente) è un piano perfetto. Abbiamo optato per Tempo di uccidere per l’indimenticabile argomento di chiusura di Matthew McConaughey in uno di quei personaggi che Hollywood scrisse per lui in gioventù nella speranza di creare un nuovo Paul Newman. La sfilata di star come Sandra Bullock, Samuel L. Jackson e Kevin Spacey mette in luce una storia che ha osato infilarsi il dito in bocca parlando di razzismo negli stati meridionali degli Stati Uniti molto prima dello scoppio del Black Lives Matter movimento. Non è esattamente Uccidi un Mockingbirdma Joel Schumacher ha creato qui uno di quei drammi con le stelle e rivolto a un pubblico adulto che sta diventando sempre più scarso.

Lascia un commento