fbpx

3 motivi che lo rendono il miglior concorrente di Smash Bros.

Ancora nella sua fase beta, Multiversoil picchiaduro di Warner ha già mostrato il suo enorme potenziale. Super Smash Bros. Ultimo finalmente ha un serio concorrente.

Difficile se non impossibile competere con un franchising come Super Smash Bros.. Lanciata nel 1999 su Nintendo 64, poi disponibile su ciascuna delle console Nintendo, la serie ha registrato un totale astronomico di 69,45 milioni di unità vendute. Con tali cifre sul bancone, sembrava ovvio che i cloni del picchiaduro realizzati in Big N avrebbero finalmente visto la luce.

Molti editori hanno cercato di imitare la formula Smash Bros., andandoci con le proprie star locali, e riprendendo le sue meccaniche di gioco che sono entrambe molto accessibili, ma sufficientemente profonde da stimolare il desiderio di tornarci sempre. Ma questi tentativi di clonazione raramente hanno portato a qualcosa di rilevante.

Luna lotta per il titolo di miglior gioco di combattimento

Nell’albo d’oro si trovano tentativi quasi riusciti PlayStation All-Star Battle Royale da Sony su PS3 e PS Vita e Rissa di Angry Mob Games, mentre il fondo della classifica è occupato dal brawlhalla di Ubisoft e l’inglorioso Nickelodeon All-Star Brawl. Anche quando la Warner ha annunciato il lancio di Multiversoil suo gioco di combattimento Smash Bros.. sfruttando le licenze Warner, il pubblico era diffidente.

Tra un look da cartone animato non unanime, un cast di personaggi disparati e un annunciato modello free-to-play, nulla di predisposto Multiverso riuscire. Eppure, mentre il titolo è attualmente in fase di open beta, una volta che la bestia è in mano, l’ovvio è chiaro: divertente, accessibile, divertente, il gioco è un successo. Ecco i tre motivi Multiverso è già il concorrente più serio a Smash Bros. Ultimo

Multiverso: fotoun cast a dir poco eterogeneo

3 – Un gioco su misura per gli e-sport

Multiverso non nasconde il suo desiderio principale: imporsi sulla scena e-sport del picchiaduro. Interamente orientato al multiplayer, il titolo stupisce per la qualità della vita che offre. Se esiste una modalità per giocatore singolo, composta da una modalità “Laboratorio” che funge da luogo di allenamento e una modalità di combattimento locale contro personaggi controllati dall’IA del gioco, il vero cuore del gioco della Warner è la sua modalità multiplayer online.

Il titolo suggerisce combatti online o localmente in tre modalità di gioco principali : una modalità duello uno contro uno, una modalità tutti contro tutti in cui competono quattro giocatori, una modalità duello contro l’IA, in cui due giocatori collaborano contro due robot, e infine il pezzo più importante: la lotta in squadre di due contro Due.

Multiverso: foto“Le ci prepariamo per ruuuuumbleee!”

Per un gioco che è ancora in fase beta, Multiverso è impressionante per la sua stabilità ed ergonomia per quanto riguarda la creazione di partite e la sua struttura online. La creazione delle stanze è molto semplice e il matchmaking è veloce, fluido e molto efficiente. È stato creato un sistema a livello di giocatore, in modo da poter creare partite tra utenti della stessa esperienza.

È importante aggiungere che il gioco sviluppato da Player First Games è completamente cross-play, il che significa che è possibile affrontare giocatori su tutte le piattaforme su cui è disponibile il gioco, ovvero PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One e Series e Microsoft Windows. Un’ottima cosa, visto che permette di avere un numero molto elevato di utenti, senza essere limitati da una piattaforma.

Ciò consente al gioco di farlo fornire il terreno di coltura ideale per le competizioni di eSport, poiché tutti possono combattere, progredire, imparare in una struttura online ideale e perfettamente progettata. Per il momento le partite classificate non sono ancora disponibili, ma saranno ovviamente accessibili una volta che la versione finale del titolo sarà online.

Multiverso: fotoSpoiler: Bugs Bunny è un grosso bruto

2 – Facile da imparare, difficile da padroneggiare

Dal primo collegamento a Multiverso, il titolo non lascia scelta al giocatore e lancia automaticamente un tutorial ben progettato e ponderato. Questo è chiaro e completo e consente ai nuovi arrivati ​​che non hanno mai messo le mani su un picchiaduro di comprendere il gameplay generale del titolo. Per vincere, il principio è lo stesso di Smash Bros. : Espellere l’avversario dal ring aumentando il suo tasso di espulsione. Per fare questo, una sola soluzione: picchiarlo.

Leggi  Meghan Markle e Harry, capi insopportabili? La coppia affronta partenze seriali...

UN combattente di strada o uno re dei combattenti richiedono molti investimenti da parte dei nuovi giocatori per prendere confidenza con un personaggio, e per padroneggiare mosse speciali lanciate attraverso manipolazioni più o meno complesse (quarti di cerchio o semicerchi sulla croce direzionale, direzione tenuta una volta, accoppiata a pressione del pulsante di attacco…). Ampiamente preso da Super Smash Bros., il gameplay di Multiverso vuole essere il più accessibile possibile per un divertimento immediato.

Multiverso: fotoLe brivido della prima vittoria

Il joystick serve per dirigere il personaggio incarnato a schermo, un pulsante è dedicato al salto, uno dedicato alla schivata, due pulsanti per attacchi semplici e attacchi speciali, e si dice la massa. Ma più accessibile non significa meno profondo. Se è disponibile un secondo tutorial opzionale, che ti consente di andare oltre nella maestria dell’eroe, è attraverso l’esperienza di gioco che il giocatore imparerà a comprendere appieno le complessità del gameplay e proprietà specifiche per ciascuno dei personaggi del cast.

Un Batman non funziona allo stesso modo di JakeTempo di avventura, che ha un approccio al combattimento molto diverso da Bugs Bunny. A rafforzare il fatto che i duelli a squadre sono il punto di forza del gioco, Players First Games ha sviluppato un sistema di sinergia tra i personaggi. Ogni eroe ha un’abilità di protezione, aiuto o potenziamento da applicare al proprio compagno di squadra, che può cambiare le sorti di una partita. L’esperienza aiutando, sarà necessario riflettere attentamente sulla composizione delle squadre, secondo queste sinergie per essere vittoriosi.

Multiverso: fotoEsempio di sinergia con Steven Universe che protegge Superman

1 – un’orgia di cultura pop

Oltre alla sua accessibilità e alla natura immediatamente divertente di Multiversouna delle sue più grandi qualità è il suo casting sembra fantasie infantili. Il titolo offre 17 personaggi nella sua scuderia iniziale, da più franchise. Di Arya Stark Game of Thrones a Sammy e Vera da Scooby Doo tramite LeBron James da Space Jam Nuova Era e Batman, difficile essere schizzinosi, e c’è un’atmosfera quasi inarrestabile di divertimento regressivo nel gioco.

Se il character design molto cartoonesco e colorato sorprende a prima vista, è stato progettato con grande cura e ha permesso una standardizzazione di tutti i personaggi per dare un insieme grafico coerente e solido. Ancora di più, è l’attenzione ai dettagli portata alla personalità di ciascuno che sorprende. Sammy può lanciare panini ai suoi nemici, quando Wonder Woman usa il suo lazo e Garnet lo suona Mazinga-Zil tutto in un gioioso pasticcio organizzato.

Multiverso: fotoun cast molto vario per tanti stili di combattimento

Nintendo era riuscita ad aggiungere un gran numero di stelle dei videogiochi al suo Smash Bros. Ultimo, con tra gli altri Snake da Ingranaggio di metalloRyu di combattente di stradaKazuya di tekken o Sephiroth di FF7. Multiverso può contare sulle licenze detenute dalla casa madre Warner per ampliare il proprio cast nei mesi e negli anni a venire. rick e morty sarà presente nella versione finale del gioco e si vocifera di un imminente arrivo di adamo neroda Gandalf di Signore degli Anellida Neo da Matrice e di Scorpion e Sub-Zero di combattimento mortale.

Il potenziale per l’evoluzione del roster è assolutamente enorme, e senza dubbio Warner Bros. sarà felice di aggiungere un massimo di combattenti da tutte le sue licenze se la maionese Multiverso prende dai giocatori.

Multiverso: fotoeAbbiamo anche Sammy Super Saiyan

Sul bancone restano alcune incognite. Per ora, anche se Warner ha confermato il modello free-to-play per Multiverso, si conoscono solo i prezzi degli starter pack, che vanno da 39,99€ a 99,99€ a seconda del numero di gettoni in-game e del numero di personaggi sbloccati automaticamente. Non sono ancora noti i prezzi applicati ad un singolo personaggio sbloccabile, in quanto il negozio online è attualmente disabilitato.

Multiverso è attualmente disponibile in una versione beta. Ciò dovrebbe proseguire fino al lancio ufficiale del titolo, che dovrebbe avvenire il 9 agosto, data di lancio della prima stagione ufficiale del gioco.

Lascia un commento