fbpx

3 film consigliati da guardare questo weekend in streaming su Netflix, Disney+ e Movistar Plus+

Questo fine settimana in il giornale specializzato in serie televisive e film abbiamo preparato tre consigli per coloro che vogliono sfruttare il loro tempo libero per saldare vecchi conti in sospeso o scoprire nuove storie con cui trascorrere due ore frenetiche. Questa volta sono tre le compagne di viaggio: Madonna, Emma Thompson e Nicole Kidman.

La prima raccomandazione è Buona fortuna, Grande Leone., un film che è stato presentato in anteprima nelle sale ieri e Movistar Plus +. Non importa dove lo guardi, purché ti avvicini a questo potente dramma sul sesso positivo e sulla prostituzione. Il secondo è evitare, il musical di Andrew Lloyd Webber ha messo in scena Alan Parker. L’ultima raccomandazione è ritratto di una signorail primo film girato da Jane Campion dopo aver sconvolto il mondo, gli Oscar e il Festival di Cannes Il piano.

“Buona fortuna, Leo Grande” (Movistar Plus +)

Emma Thompson in “Buona fortuna Big Leo”.

di cosa si tratta

Nancy Stokes, un’insegnante di scuola in pensione, desidera ardentemente l’avventura e il sesso. buon sesso Il suo defunto marito Robert le ha fornito una casa, una famiglia e qualcosa come una vita, ma non ha mai fatto sesso con lui. Ora che Robert se n’è andato da tempo, Nancy mette in moto il suo piano e assume un giovane gigolò maschio che si chiama esotico “Big Leo”.

perché dovresti vederlo

Nelle prossime settimane ci stancheremo di sentire quanto sia coraggiosa Emma Thompson per aver accettato di recitare in uno dei nudi più belli e potenti a memoria d’uomo. Buona fortuna, Grande Leone. È molto di più. La regista Sophie Hyde e la sceneggiatrice Kathy Brand approfittano degli incontri tra una donna in pensione e vedova che non ha mai avuto un orgasmo e una giovane prostituta per parlare dell’importanza della positività sessuale, del ruolo della prostituzione nella società (una posizione che potrebbe innescare polemica alla sua prima) e il viaggio alla scoperta di sé prima che sia troppo tardi.

Il dialogo è elettrico, l’uso della nudità è intelligente ei suoi due protagonisti sono sensazionali. Nancy Strokes è forse la migliore interpretazione della carriera di Emma Thompson, ma lo sconosciuto e carismatico Daryl McCormack è una delle grandi rivelazioni del 2022 (attualmente lo possiamo vedere anche in sorelle a mortela serie Apple TV+).

‘Evita’ (Disney+)

Madonna ha vinto il Golden Globe per 'Evita'.

Madonna ha vinto il Golden Globe per ‘Evita’.

di cosa si tratta

1952. Evita muore all’età di 33 anni e l’Argentina è sconvolta dalla scomparsa di un minuto. Attraverso il punto di vista rivoluzionario e sarcastico di un narratore onnipresente, assistiamo alla ricostruzione della vita di María Eva Duarte (1919 – 1952), aspirante attrice che finì per diventare la first lady della Repubblica Argentina.

perché dovresti vederlo

Alan Parker, autore di un classico musicale di culto come Gli impegni, è stata una scelta interessante per portare sullo schermo l’opera rock di Andrew Lloyd Webber. direttore di ustioni del Mississippi Y l’espresso di mezzanotte ha rispettato la natura interamente musicale del testo, ha cambiato l’identità dell’affascinante narratore che ha guidato lo spettatore per mano attraverso la storia (un energico Antonio Banderas ha interpretato il Che, un normale argentino, invece di Che Guevara, come nel musical originale) e fuggendo dall’agiografia con un ritratto pieno di luci e ombre per un personaggio storico indimenticabile.

Leggi  Reunion di "Supernatural": Jeffrey Dean Morgan si unisce alla quarta stagione di "The Boys".

Parker prende oro dalla figura di Eva Perón, sia nelle sue scene più intime, sia nelle spettacolari ricostruzioni di quei momenti che l’hanno resa un simbolo e un’icona in Argentina (dal numero sul balcone al suo imponente funerale). Pochi musical sono stati così massicci come evitare o una star consapevole dell’opportunità a portata di mano come Madonna. Nonostante le aspre critiche di Patti Lupone, l’Evita di Broadway, questo film sarà sempre ricordato come il miglior film e performance nella carriera cinematografica della Regina del Pop.

“Ritratto di signora” (Netflix)

Nicole Kidman in

Nicole Kidman in “Ritratto di signora”.

di cosa si tratta

1872. Isabel Archer è una giovane donna americana che vive in Inghilterra con dei parenti. Non vuole impegnarsi con nessun uomo finché non ha conosciuto tutte le possibilità che la vita ha da offrire. Dopo la morte dello zio, eredita una grande fortuna che gli permetterà di viaggiare e fare nuove esperienze.

perché dovresti vederlo

26 anni fa il mondo del cinema aspettava di scoprire quale sarebbe stata la prima opera della neozelandese Jane Campion dopo aver fatto la storia con Il pianoil primo film diretto da una donna a vincere la Palma d’Oro al Festival di Cannes e un trionfo -tra cui tre Oscar nelle categorie principali- per aver fatto avanzare la situazione delle registe in una Hollywood ancora ostile alla figura della registi.

Il risultato è stato ritratto di una signora, un adattamento di un classico di Henry James che ha causato tutti i tipi di reazioni al momento della sua uscita. Alcuni hanno celebrato Campion allontanandosi dalla scuola Ivory-Mercante (lo standard negli adattamenti d’epoca negli anni ’80 e ’90) con un adattamento più moderno, ma molti dei suoi critici hanno concordato sulla freddezza del materiale e sulla difficoltà di connettersi con l’eroina che interpreta una Nicole Kidman che non aveva ancora raggiunto il suo punto professionale e da parte con il divorzio di Tom Cruise e il duo Moulin Rouge Y Gli altri.

Con il vantaggio del tempo e della distanza, ritratto di una signora Si adatta perfettamente al lavoro di Campion: femminista, intelligente, bella e, sì, provocatoria. Mentre aspettiamo di vedere cosa farà dopo lo spettacolo il potere del caneforse è arrivato il momento di riportare in vita una delle sue opere meno viste.

Lascia un commento